Nell’ultimo anno l’IVASS (l’Istituto di Vigilanza per il Settore delle Assicurazioni) ha segnalato circa 200 portali web che distribuivano polizze assicurative non avendo autorizzazione a vendere. Questi siti truffa vengono costruiti per far sembrare tutto in regola con l’unica differenza che propongono promozioni e sconti con costi troppo bassi, tali da spiazzare la concorrenza!

Quando si compra un’auto, la ricerca della polizza assicurativa più conveniente diventa fondamentale. Per questo motivo gli utenti si affidano al web in cerca di siti con proposte di polizza, spesso temporanee, a costi bassi e acquistabili con pochi semplici click.

Oltre a perdere i soldi per il pagamento di un contratto inesistente, il rischio più grande è quello di circolare con il mezzo senza copertura assicurativa e quindi pagarne le conseguenze che ne derivano: responsabilità civile e penale, multe, sequestro del veicolo nonché ritiro della patente.

I casi non riguardano solo il settore automobilistico. Sono molti gli utenti convinti di stipulare polizze vantaggiose anche per la propria casa, ad esempio, (si pensi alla polizza incendio e scoppio richiesta dalla banca in caso di mutuo) e invece si tratta di false coperture.

 

Suggerimenti su come difendersi

  1. Prima di tutto, come consiglia IVASS, prima di stipulare la polizza assicurativa, è necessario, se non obbligatorio, consultare l’elenco degli intermediari abilitati. Sul sito sono riportate sia le imprese autorizzate ad operare in Italia, sia le liste delle società che non sono autorizzate nell’attività di intermediazione (ossia sono inoperativi) e dei siti “illegali”.
  2. I pagamenti di premi che vengono effettuati in favore di carte prepagate o carte di credito ricaricabili sono irregolari. Queste modalità non sono tracciate e non garantiscono nessuna sicurezza, oltre al fatto che non permettono di annullare il pagamento se necessario.
  3. Anche i pagamenti verso persone o società che non sono iscritte agli elenchi, sono irregolari.

 

 

 

Altro “metodo” per riconoscere la truffa è verificare che sul sito internet o sui Social Network di riferimento (Facebook, Linkedin, Instagram…) siano riportati chiaramente:

  • I dati identificativi dell’intermediario
  • l’indirizzo della sede, il numero di telefono, il numero di fax, l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)
  • Il numero e la data di iscrizione al RUI, Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi
  • l’indicazione che l’intermediario è soggetto ai controlli dell’Ivass
  • i recapiti per la presentazione di eventuali reclami

La mancanza di queste informazioni denota siti/profili non in linea con quanto richiesto dall’Authority e quindi c’è il rischio di polizze contraffate!

 

OLTRE Assicurazioni

Un’agenzia in piena regola, con i dati di iscrizione al RUI e anche di iscrizione OAM, offre dalle polizze RC Auto, alle coperture per la protezione della casa, dalle RC Professionali, alle polizze vita.

Operiamo con diverse Compagnie, quali Sara, Europ Assistance, HDI, Arag, CF Assicurazioni che ci permettono di soddisfare a pieno tutte le esigenze a prezzi onesti e competitivi.

 

I nostri consigli

Bisogna prestare la massima attenzione in ogni momento, dalla ricerca di polizze sui siti fino al momento dell’acquisto e quindi del perfezionamento del contratto.

Quando un’offerta sembra troppo vantaggiosa, con sconti spropositati che nessun altro può offrire, allora suggeriamo di stare attenti e fare tutte le ricerche del caso.

Noi di Oltre:

  • Non richiediamo pagamenti su carte ricaricabili
  • Non richiediamo pagamenti su carte intestate a soggetti privati
  • Non utilizziamo WhatsApp per stipulare le polizze, lo usiamo solo per comunicare più velocemente con i clienti
  • Non offriamo polizze temporanee

Noi di Oltre crediamo nel risparmio, ma con criterio.

 

Oltre - Assicurazioni VelletriOltre - Assicurazioni VelletriOltre - Assicurazioni VelletriOltre - Assicurazioni Velletri